A LEZIONE DI MOODBOARD: cos’è, a cosa serve, come crearlo

Moodboard Madeininterior

Gli allievi del Corso Infrasettimanale si sono ispirati al Fuorisalone per realizzare i loro moodboard

Molti pensano che creare un moodboard significhi soltanto assemblare un collage carino.  Nulla di più lontano dalla verità.

Creare un moodboard significa costruire un racconto ben strutturato, dove nulla è lasciato al caso, con il preciso scopo di comunicare un particolare messaggio. Potremmo, in altre parole, definire il moodboard una narrazione visiva volta a focalizzare, chiarire e organizzare il processo creativo, in modo da strutturare l’idea che si è avuta e darle così maggiore forza.

In poche righe abbiamo risposto almeno alle prime due domande: cos’è e a cosa serve un moodboard.Per la terza domanda – ovvero come si realizza un moodboard – ecco … qui ci sarebbe bisogno di un bel po’ più di tempo e spazio.

Tuttavia, invece che sommergervi con spiegazioni e teorie, vorremmo cominciare con un esempio concreto presentandovi il lavoro svolto dai nostri allievi del Corso Infrasettimanale in occasione del Fuorisalone appena concluso. Il tema era quello di raccogliere emozioni, sensazioni, stimoli, tendenze durante le visite alle varie installazioni.
Curiosi di scoprire cosa è venuto fuori?

Ecco qui il risultato di un tour entusiasmante tra gli allestimenti del Fuorisalone 2017. Ve li presentiamo con le descrizioni date dagli autori stessi così da trasmettervi – il più fedelmente possibile – le fonti di ispirazione e i percorsi attraverso cui i diversi moodboard sono giunti a compimento.

N. 1  “fatto per durare”

Visitando questo fuori salone sono rimasta colpita da un filone ricorrente che si può riassumere in una frase : “ fatto per durare”. Ho colto un ritorno al made in italy, all’artigianalità, alla casa accogliente, classico-informale, ai materiali preziosi (legno, marmo, ottone), espressione di uno stile “timeless”, fatto di pezzi cult e di nuovi progetti, di linee sobrie e geometrie leggere, di tessuti preziosi, di una palette di colori neutri a cui associare velluti dalle tinte decise presi dal passato classico, rosa antico, porpora, prugna, verde, blu. Il mio moodboard è riassunto perfettamente da questa citazione: “Adoro il passato, e’ come un libro che puoi consultare o no, ma e’ sempre li a disposizione. A me piace tradurlo e regalarlo al contemporaneo”

 

N. 2  “gli opposti si attraggono”

Geometrie, effetti optical, texture che vestono la casa e vanno oltre lo stile.

Opposti messi in evidenza anche dagli abbinamenti dei colori – come ad esempio il Blu con Giallo o il Turchese e con l’ Arancio – che nell’insieme si sposano molto bene

 

 

N. 3  “in sintonia con la libertà”

Nel mondo di oggi ogni uno di noi vuole sentirsi libero, e solo l’interior design ti dà la libertà di creare il tuo mondo, il tuo tempo, il tuo stile.

Nel mio moodboard è ripreso da vari stili ma sempre puntando sul minimal, con elementi freddi, un tocco di colori forti e una leggera geometria, accompagnati dalla natura. È il modo migliore di rappresentare il riflesso esteriore del mio mondo interiore.

 

N. 4  “e-motion”

Un costante, inevitabile movimento verso una nuova percezione di forma, qualità e tecnologia nell’interior design; emozioni create da esperienze sensoriali e visive di nuova generazione, il tocco che diventa “e-touch” e il design che riflette l’immaginazione praticamente senza limiti.

 

 


N. 5  “energica grazia”

Cosa mi è rimasto veramente dentro di questo incredibile Fuorisalone 2017?

Leggerezza, delicatezza, gentilezza, grazia, natura, energia, eleganza senza tempo … tutti parole che – a ben guardare – si sposano perfettamente con gli allestimenti di Paola Lenti. Ed è proprio a questa straordinaria designer nostrana che si ispira la mia “energica grazia”

 

 

 

N. 6  “Verso Oriente”

Scegliere qualcosa, un oggetto, un mobile, un’installazione… che mi avesse particolarmente colpito, durante il Fuori Salone 2017, è stata ardua impresa.Abbandonandomi alle sole emozioni, ammetto di essere stata affascinata dalla magica atmosfera che mi ha avvolto nelle stanze della Dimore Gallery. Da una in particolare, trae ispirazione il mio moodboard: una stanza dominata da giganti lampade sospese, dai tipici decori cinesi e da luce calda e soffusa. Sono stata rapita dall’iconografia orientale, in particolare, dal decorativismo cinese tra sete, lacche, porcellane, mistero ed esotismo.

Il mio moodboard non poteva avere altro titolo se non “Verso Oriente”. E’ molto ricco, per questo si compone di due pannelli, dalle cui immagini e materiali emergono le caratteristiche principali di questo mondo incantato: chinoiserie, esotismo, bohochic, dettagli preziosi, tessuti pregiati, mistero, foliage lussureggiante, natura esuberante.

N. 7  “Semplice Comfort”

Il mio moodboard è espressione della filosofia di progettazione e innovazione che ho potuto apprezzare presso il concept store di Agape.

Il mio moodboard vuole essere la sintesi del modo che questo storico marchio, ha di approcciarsi alla realizzazione dei prodotti, ovvero: una nuova interpretazione del benessere, passione per l’innovazione, estetica funzionale, durabilità tecnica ed estetica, materiali naturali di qualità, sostenibilità

 

 

 

N. 8  “Country Chic”

La tesi della soggettività delle sensazioni e, quindi, della funzione non più condizionate dagli stereotipi della massa, ma solo stimolate dalla natura e dei suoi elementi che caratterizzano il modo di vivere. Nella mia rappresentazione la natura fondamentale ricopre tutti i piani.

La natura sorgente di sentimento presente nei materiali adoperati identifica la serenità e la gioia di vivere in un contesto.

La motivazione e l’ispirazione, insita in ognuno di noi, si esalta con l’espressione di poter rendere concreto il desiderio di identificare nei nostri progetti personali o non, emozioni primordiali della nostra quotidianità

 

Volete aiutarci a dare un premio al moodboard più coinvolgente?

Scegliete quello che più vi appassiona e poi segnalatecelo sulla nostra pagina Facebook @Madeininterior indicando semplicemente il numero del vostro moodboard preferito. Settimana prossima celebreremo insieme il vincitore!

E se l’argomento vi intriga davvero, vi trovate nel posto giusto al momento giusto!

Il prossimo 17 giugno, infatti, nella nostra sede milanese in via del Caravaggio 18, si terrà un’intera giornata di Workshop sulla creazione del moodboard. Per maggiori dettagli, visitate la pagina dedicata al link riportato qui sotto oppure mandateci un messaggio attraverso l’apposito format.

Creare il Moodboard

 

Share