A tutto Bambù: Hotel Jakarta ad Amsterdam

Se volete fare un’esperienza davvero “Green” nella splendida “Venezia del Nord”, ecco qualcosa che sarà un’autentica sorpresa: l’HOTEL JAKARTA un albergo davvero “ecofriendly” interamente in bambù costruito sull’isola di Java (eh sì… avete letto bene) nelle vicinanze del centro di Amsterdam.

A parte il fatto curioso di trovarsi catapultati in un luogo subtropicale, accolti dalla lussureggiante foresta della hall dell’albergo, il concept nasce dalle storiche rotte commerciali tra l’Olanda e l’Asia.

L’idea è risultata vincente tra i molti progetti presentati al concorso per un hotel eco-friendly dalla West Cord Hotels che aveva come punti fermi la qualità dell’architettura, la sostenibilità e un inserimento urbanistico di non facile soluzione. I progettisti SeARCH sono riusciti a creare un Hotel a Impatto zero con l’utilizzo di alimentazione solare (pannelli) ricircolo dell’acqua piovana e tutto ciò che la bioarchitettura e la sperimentazione è riuscita ad inventare per creare un luogo ecocompatibile. Ma la vera genialità è stata proprio la scelta del materiale da costruzione: il Bambù fornito da MOSO che produce ottimi semilavorati in bambù sia come rivestimenti che come pavimenti.

Il Bambù da noi non è ancora così popolare ma in Oriente è utilizzato da sempre. E’ flessibile, resistentissimo, ha una crescita molto rapida (addirittura infestante) e non si danneggia la natura depauperando le foreste. Si può utilizzare non solo per pavimenti e rivestimenti ma addirittura per le strutture portanti. Il risultato è sotto i vostri occhi: incredibilmente gradevole, vero?

Ci piace sottolineare che progettare in maniera “consapevole” è e sarà molto più che un trend per molti anni a venire, una esigenza imprescindibile. Sempre più progettisti, aziende ed utenti stanno andando in quella direzione. La direzione per cui il vero lusso è stare nella natura, spendere il tempo in un luogo bello e confortevole, pensato per il benessere ed il recupero delle energie, impiegate troppo spesso in una produttività sfrenata.

Anche noi nei nostri corsi stiamo sempre più introducendo questo valore nel concepire un progetto d’interni, la progettazione consapevole. Vedi l’articolo completo su archDaily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *