Il design consapevole di Life Edited

Interessanti le nuove tendenze che sottolineano i cambiamenti nel modo di vivere, soprattutto per quanto riguarda le nuove generazioni. Non sono rari (specialmente in America) i casi di giovanissimi multimilionari divenuti tali grazie a qualche fortunato evento legato alle nuove tecnologie o ai fenomeni social.

Non necessariamente queste ingenti ricchezze hanno dato alla testa di questi fortunati personaggi, che hanno mantenuto i nervi saldi e una certa sobrietà negli usi e nei comportamenti. Il nuovo lusso per molti di loro è infatti mantenere un basso profilo senza però rinunciare ai piaceri più appaganti.

Questo giovane intraprendente Graham Hill che ha fondato ” Life Edited“, un sito molto popolare negli States, invita al “Design Consapevole” è cioè in sintesi: anche se abbiamo tanta disponibilità economica non abbiamo bisogno di tante cose per stare bene, anzi, più si è essenziali più ci si sente liberi e leggeri.

Infatti il loro claim è: Design your life to include more money, health and happiness with less stuff, space and energy. Ossia: progetta la tua vita includendo più denaro, salute e felicità, con meno roba, spazio ed energia.

“Il meno è più” lo diceva anche Ludwig Mies Van der Rohe! E siamo proprio d’accordo…

Il giovane Graham ha cominciato con l’arredare il suo spazio di 40 mq a Manhattan con il crowdfounding ed è riuscito a farci stare tutto: casa, ufficio, una tavola per 10 persone, il letto, l’home teatre, gli ospiti… insomma non ha rinunciato a niente, come? Eliminando il superfluo e trovando soluzioni intelligenti.

Lo spazio perfettamente ottimizzato ha dimostrato che un buon progetto fa risparmiare tempo, denaro e risorse. E dato che l’esperimento è riuscito bene, a questo progetto ne sono seguiti molti altri con la stessa filosofia. Tanto che Life Edited è diventata un’impresa milionaria di cui parla persino il New York Times.

Ed ecco uno degli ultimi progetti, sempre nell’ottica di cui sopra, a Maui (stesso progetto nell’immagine di copertina). 

 Gli spazi sono davvero scenografici e soprattutto lavorano in sinergia con il luogo in maniera intelligente: niente sprechi, niente esibizione. Uno spazio davvero pensato per vivere a contatto con la Natura e da condividere con gli amici in tutto relax! Come dargli torto?
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *